Rossi incontra Confindustria: “Un patto per lo sviluppo per le imprese e lavoratori”

BRINDISI – Rossi incontra Confindustria: “Un patto per lo sviluppo che coinvolga le imprese e i lavoratori del territorio”. E’ questa la proposta che il candidato sindaco di centrosinistra, Riccardo Rossi, ha rivolto ai vertici di Confindustria durante l’incontro che si è svolto ieri.

Per Rossi: “è opinione diffusa nei cittadini e nelle aziende che lo sviluppo della città di Brindisi sia stato condizionato dall’assenza di una sostanziale coesione tra istituzioni, imprese, associazioni di categoria ed organizzazioni sindacali. “E’ nostra intenzione creare una cabina di regia, con la presenza di tutti gli stakeholders, che sappia affrontare con dinamismo e competenza i principali temi legati al mondo del lavoro, dai rapporti tra aziende locali e grandi imprese, alle possibili occasioni di sviluppo, fino alla definizione di politiche di marketing territoriale che sappiano mettere a frutto le enormi potenzialità, turistiche ed imprenditoriali, della città di Brindisi”.

L’auspicabile sinergia tra tutti i soggetti sarà un punto di forza della nostra città che dovrà essere rispettata e valorizzata ogni volta che si apriranno i confronti con Regione, Governo e le grandi aziende. Penso, ad esempio, a quando si tratterà di pianificare la prevista fuoriuscita dal carbone ed organizzare un modello di sviluppo che, attraverso gli investimenti nelle bonifiche, nelle rinnovabili, nel turismo e nella green economy, sappia finalmente, non solo salvaguardare, ma, addirittura, accrescere sia le occasioni di lavoro che la salubrità dell’ambiente.

Con Confindustria, Riccardo Rossi ha parlato della possibile definizione di un protocollo attraverso il quale le grandi aziende presenti a Brindisi si impegnino a valorizzare le imprese locali al fine di estendere le occasioni di lavoro dei cittadini brindisini. “Fondamentale in tal senso è che le grandi imprese insediate sul nostro territorio dichiarino manifestamente i progetti e gli investimenti a breve e lungo termine. In questo modo le aziende locali saranno messe in grado di orientare le loro attività e sapranno farsi trovare quando si tratterà di operare per forniture ed appalti, una quota delle quali dovrà essere necessariamente riservata alle imprese del nostro territorio.

“Da Sindaco sarà mia cura operare assieme al mondo produttivo brindisino affinché si ponga particolare attenzione alle gare poco trasparenti, a quelle basate sul massimo ribasso o, al contrario, su base di gara insostenibili per le nostre imprese. Cosi come massima impegno sarà rivolto alla garanzia che i cambi di appalto non ledano i diritti dei lavoratori e tutelino fino in fondo i cittadini brindisini” ha concluso il candidato di BBC, PD, Leu ed “Ora tocca a Noi”.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*