Rotatoria all’incrocio maledetto sulla Torre-Mesagne, martedì una manifestazione

Poseidone articolo
I promotori dell’iniziativa

TORRE SANTA SUSANNA – Una manifestazione per sollecitare la realizzazione di una rotatoria all’incrocio ‘maledetto’ sulla strada provinciale Torre-Mesagne dove negli ultimi mesi tre mesi sono morte tre persone a seguito di incidenti stradali. Il presidio si terrà domani alle 16 ed è organizzato dal comitato ‘Una rotonda per la vita’. Promotori dell’evento Nico Tieni, Antonio Sanasi e Silvano Penna, martedì saranno lì a protestare e rimarcare la volontà di realizzare al più presto un rondò.

Il comitato è nato a giugno scorso, dopo il terribile incidente stradale dove morirono due donne di Taranto, Lucia Ranieri e Francesca Capozza, rispettivamente zia e nipote. Il 24 settembre scorso, invece, dopo una lunga agonia in ospedale, è morto Augusto Russo, medico in pensione di Erchie che agli inizio di settembre era stato vittima di un altro incidente sempre allo stesso incrocio.

Il progetto di una rotatoria è datato 2014. Oggi, fanno sapere dalla Provincia di Brindisi, che ha indetto una gara d’appalto, e vinta da una ditta di Andria, il cantiere sarà aperto entro questa settimana.

“Intanto per martedì 3 ottobre è stato organizzato un presidio simbolico per sensibilizzare e accelerare l’inizio dei lavori. Si è aspettato troppo affinché questa rotatoria si realizzasse; troppe vite perse, si poteva fare molto prima per evitare tante morti innocenti”.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*