‘Soci’ per la vendita di droga, due in manette

TORRE LAPILLO – Soci per la vendita della droga nella casa al mare: due in manette. Si tratta di Salvatore Giovanni Schito 50enne di San Pancrazio Salentino e Andrea Leone 41enne originario di Veglie, ma residente a Torre Lapillo. I due, già noti alle forze dell’ordine, sono stati accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il sanpancraziese è stato, dopo le formalità di rito trasferito nel carcere di Lecce mentre Leone ai domiciliari.

I fatti si sono verificato la notte tra sabato e domenica scorsi. I due soggetti erano già sotto la lente d’ingrandimento da parte dei carabinieri della compagnia di Campi Salentina da qualche tempo. I militari dell’Arma, infatti, – così come accertato – avevano notato uno strano via vai dall’abitazione al mare a Torre Lapillo di proprietà di Andrea Leone.

Grazie agli appostamenti e controlli i carabinieri hanno potuto accertare che i due uomini utilizzavano quella casa come punto di ritrovo per i clienti della droga. Infatti, gli investigatori hanno anche documentato diverse cessioni di sostanza stupefacente sempre presso la casa del 41enne.

Sabato notte è scattata la perquisizione. Schito – secondo i carabinieri – avrebbe anche cercato di disfarsi della droga nascondendola prima in un pacchetto di sigarette e poi gettandolo in giardino e calpestandolo. Durante la perquisizione i militari hanno trovato 6 grammi di cocaina suddivisa in dosi, già pronte – secondo gli investigatori –  allo smercio, nonché  10 grammi di hashish.

L’attività d’indagine, che ha documentato le cessioni delle sostanze stupefacenti, ha evidenziato – stando alla ricostruzione fornita dai carabinieri – che Leone e Schito fossero ‘soci’ per la vendita della droga.

Mar.De.Mi.

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*