Versalis non ci sarà all’incontro con il sindaco: “Verremo quando sarà ritirata l’ordinanza”

Poseidone articolo

BRINDISI – Versalis scrive al sindaco e alla Regione Puglia: “Non partecipo al tavolo di confronto sino a quando non sarà ritirata l’ordinanza”. E’ braccio di ferro oramai tra l’azienda del petrolchimico e l’amministrazione comunale di Brindisi, domani all’incontro in Regione convocato per dirimere le controversie tra il comune e la società, quest’ultima non ci sarà . Versalis lo fa sapere attraverso una lettera indirizzata proprio al  capo di Gabinetto della Regione Puglia. “Versalis che ha sempre cercato un dialogo con le istituzioni locali, è profondamente rammaricata dalle azioni messe in atto dal sindaco- scrive- senza alcuna preliminare indagine sulla realtà dei fatti, e pertanto conferma la propria disponibilità a partecipare ad un tavolo tecnico soltanto successivamente alla revoca dell’ordinanza del sindaco e la conseguente ripresa delle attività industriali”. Infine l’azienda auspica che al tavolo tecnico partecipino anche le organizzazioni sindacali al fine di fare chiarezza su quanto accaduto nel rispetto delle misure di sicurezza e nella salvaguardia del livello produttivo e occupazionale. Intanto il consiglio comunale con il voto della sola maggioranza e dei due consiglieri di opposizione Massimo Ciullo e Gabriele Antonino approva l’ordine nel giorno con il quale dà mandato al sindaco ad agire immediatamente per chiedere l’apertura di un tavolo con il governo nazionale e i vertici aziendali non solo Eni- Versalis ma di tutte le altre multinazionali presenti in città che definisca, con impegni chiari e importanti investimenti, piani di sviluppo che cambino radicalmente ed in maniera sostenibile i percorsi industriali del territorio.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*