Due minorenni tentano furto in casa, ma la proprietaria chiama il 112: arrestati

Poseidone articolo

SAN PIETRO VERNOTICO – Forse si tratta di una bravata, ma è costato caro il tentativo di entrare nella casa di una donna di San Pietro Vernotico.

I carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato due minorenni. Per i due, l’accusa è di tentato furto in abitazione.

Intorno alle 00.30 di stanotte (31 agosto) due ragazzini di 15 anni, hanno tentato di introdursi nell’abitazione di una 50enne in via Pascoli, in una zona centrale di San Pietro Vernotico.

I due, seppur privi di arnesi da scasso, hanno fatto rumore per entrare in casa della donna, che si è allarmata. Ha atteso alcuni secondi e, quando i giovanissimi hanno divelto una persiana, ha immediatamente chiamato il 112. I ragazzini hanno forzato una porta e una finestra, ma la pattuglia dei militari, già in giro per le vie della città, si sono subito recate sul posto, beccando in flagranza di reato i due quindicenni: i ragazzini stavano scappando inseguiti dalla donna. Sono stati fermati dai carabinieri e arrestati.

Tempestiva la chiamata della proprietaria dell’appartamento, che ha subito richiesto l’intervento dei militari, così come immediato è stato il loro arrivo per bloccare i due ragazzi.

Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati presso un centro di prima accoglienza di Lecce.

Agnese Poci

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*