Pastry Bit Competition, a Ceglie Messapica sfida tra pasticceri

CEGLIE MESSAPICA- Sarà la Puglia ad ospitare martedì 20 settembre la sesta delle 9 sfide regionali di Pastry Bit Competition, la gara rivolta ai professionisti della pasticceria, promossa da Molino Dallagiovanna e dal maestro Leonardo Di Carlo, pioniere della Pasticceria Scientifica, con Gambero Rosso in qualità di media partner.

A Ceglie Messapica (BR) presso la MED Cooking School si sfideranno altri 20 pasticceri tra i 180 selezionati dal Molino in base a un test tecnico e personale effettuato in fase di iscrizione. Per riuscire a conquistare il titolo di Dallagiovanna Pastry Ambassador 2024, volto ufficiale del Molino per la pasticceria in Italia e nel mondo che affiancherà l’azienda in fiere ed eventi, sarà fondamentale interpretare al meglio il concetto di pasticceria smart e moderna, basata sulla semplificazione dei processi. A vincere sarà chi farà sentire più forte il suo “bit” e dimostrerà di saper combinare fantasia e creatività prestando attenzione non solo al “cosa”, ma anche al “come”.

Pastry Bit Competition è un contest che si sviluppa in quattro fasi e tocca tutta l’Italia, isole comprese. Si inizia con le 9 Gare Regionali in programma da maggio a novembre 2022, in cui i pasticceri si sfidano nella preparazione della Millefoglie. I 27 professionisti selezionati durante le tappe regionali si qualificano per le semifinali in programma a febbraio 2023 presso 1 località sciistica del Nord Italia, dove dovranno cimentarsi nella preparazione di un Cake. I migliori 9 passeranno alla fase finale che si articolerà in due momenti: il primo a giugno 2023 in Cast Alimenti, la Scuola di cucina di cui Molino Dallagiovanna è partner da molti anni a sostegno della formazione e dell’eccellenza delle professioni, il secondo a settembre presso la sede del Molino. In Cast Alimenti i 9 pasticceri finalisti dovranno realizzare un dolce lievitato da colazione fritto e non sfogliato; al Molino l’ultima sfida consisterà nella valutazione del panettone.

La giuria, composta da esperti, blogger e giornalisti del settore, tra i quali rappresentanti del Gambero Rosso, valuterà i candidati sulla base dei seguenti criteri: ricetta dell’impasto (conoscenza base delle tecniche di lavorazione, metodo di esecuzione, creatività),

presentazione del piatto finale (impiattamento, armonicità, creatività), assaggio (masticabilità, armonicità dei sapori e degli abbinamenti, cottura), professionalità del candidato (abbigliamento e presenza, capacità comunicative, gestione e pulizia della postazione di lavoro). Alla giuria tecnica, in occasione delle tre semifinali, si affiancherà una giuria popolare.

A partire dalle semifinali entrerà in giuria tecnica anche Leonardo Di Carlo, testimonial della Pastry Bit Competiton.

BrindisiOggi

Salone nautico di Puglia
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*