Scuola Mantegna, la facciata la ridipingono i ragazzi

BRINDISI- Scuola Mantegna, la facciata la ridipingono i ragazzi. Lunedì 5 luglio alle 9.30 presso la Scuola Secondaria di I grado Mantegna 23 avrà luogo l’inaugurazione della nuova facciata dell’edificio scolastico.

Dopo la bella esperienza dello scorso anno con la pitturazione dei gradoni di Parco Buscicchio nell’ambito del progetto #BrindisiPartecipa,  l’originale lavoro di arte urbana partecipata ha visto coinvolti gli alunni delle  classi prime e seconde della Scuola Secondaria dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia – Commenda”.

Il murale della scuola riprende colori e forme già usati nel vicino Parco Buscicchio, dalla riqualificazione del quale è partito il processo di rigenerazione urbana nel quartiere previsto dal progetto UNO SPAZIO SOCIALE SOSTENIBILE grazie alla costituzione del Comitato Parco Buscicchio e della cooperativa di comunità Legami di comunità, di cui la scuola stessa è  socio fondatore.

Guidati da Daniele Guadalupi, operatore sociale tra i fondatori della Cooperativa, i ragazzi hanno prima scelto il progetto e poi dipinto la parete con impegno, entusiasmo e la consapevolezza di contribuire alla riqualificazione di un luogo importante, che appartiene a loro e a tutto il quartiere.

Dopo il Parco, dunque, la scuola, anche essa centro aggregante e simbolo identitario. L’idea principale è sempre quella di coinvolgere gli abitanti di Sant’Elia in quel lungo processo di engagement e di partecip-azione democratica che può regalare al quartiere un futuro diverso in cui la cooperativa e tutti i soci credono fermamente. Un futuro in cui con fiducia relazionale e responsabilità condivisa tutti sono coinvolti nella cura dei beni comuni perché significa curare se stessi

Gli alunni coinvolti nel progetto rappresentano i cittadini del futuro ed occorre educarli a divenire comunità educante e responsabilmente abitante.

La scuola della Dirigente prof.ssa Lucia Portolano è sempre parte attiva in questo percorso partecipato anche attraverso tematiche curriculari trattate durante l’anno scolastico –l’urbanistica partecipata-la smart city- lo studio delle best practices sui temi della sostenibilità ambientale e l’attuazione dei goals dell’Agenda 2030. Le attività sono state coordinate dalla prof.ssa Angela Potì, consulente tecnico in arte urbana all’interno del suddetto progetto Uno spazio sociale sostenibile.

All’inizio del nuovo anno scolastico sarà indetta in tutte le classi una votazione per selezionare una scritta-messaggio che i ragazzi apporranno sul murale.

L’Istituto Comprensivo ringrazia per il prezioso contributo l’Onlus Mission Bambini, fondazione italiana nata nel 2000 che sostiene in Italia e nel mondo progetti di assistenza sanitaria, educazione ed emergenza per aiutare  bambini e ragazzi ampliando le possibilità sia formative che lavorative (specialmente nei contesti più svantaggiati) e da anni impegnata nella riqualificazione di spazi educativi.

BrindisiOggi

Salone nautico di Puglia
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*