Tentata evasione nel carcere di Brindisi, bloccati due detenuti

BRINDISI- Tentano la fuga dal carcere, bloccati due detenuti . Poteva essere un evasione  rocambolesca (erano le 14 circa),  quella tentata  da due detenuti uno di origini  Brindisine e l’altro marocchine,  i quali durante l’ora d’aria, hanno tentato di scappare  dal carcere arrampicandosi  dal cortile dei passeggi , rompendo  la rete di protezione per poi salire sulla terrazza. Sfortunatamente per i due novelli   “papillon”,   l’agente di servizio ai passeggi ha subito notato quanto stava avvenendo, ed ha lanciato prontamente l’allarme. A questo punto i fuggitivi vistosi scoperti hanno desistito, e   sono ridiscesi da dove si erano arrampicati. Peraltro uno dei due così scaltro nella salita, nella discesa è caduto facendosi male, tanto da essere portato   presso il locale nosocomio per un controllo. Il SAPPE, sindacato autonomo polizia penitenziaria, deve ancora una volta evidenziare la professionalità e  l’attenzione con cui i poliziotti  di Brindisi , nonostante la tensione e lo stress determinato dall’emergenza COVID 19, compiono il loro dovere, a tutela e difesa  nelle Istituzione nel carcere brindisino. Un attestato di merito va anche i vertici del carcere Brindisino in quanto nonostante la presenza nei giorni scorsi di casi di positività, hanno saputo ben gestire la situazione emergenziale informando in maniera corretta la  popolazione detenuta  al fine di prevenire atti di protesta o peggio(come avvenuto in altre carceri pugliesi) che, avrebbero potuto mettere in serio pericolo la sicurezza del penitenziario, del personale nonché   dei detenuti stessi. Il SAPPE si augura che l’amministrazione penitenziaria a partire  dal DAP  sappiano giustamente  premiare chi con coraggio ed abnegazione,  sta affrontando una situazione molto delicata e difficile.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*