“Tutto l’amore in un click”, la relazione uomo – cane in una mostra fotografica

MESAGNE – Un cane è per sempre. Raccontare con le immagini l’incontro con un amico che non tradisce mai è il tema che ispira l’esposizione “Tutto l’amore in un click”. La raccolta di scatti sarà ospitata nelle sale espositive del Castello comunale di Mesagne a partire da sabato 13 agosto. In occasione dell’inaugurazione della mostra, l’Amministrazione comunale – in collaborazione con il competente servizio Veterinario della Asl di Brindisi – sabato 13 agosto alle 18.30 organizza un incontro aperto al pubblico nell’Auditorium del Castello.

Intervengono: Antonio Matarrelli, sindaco della città di Mesagne; Vincenzo Carella, consigliere comunale di Mesagne con delega al Randagismo e Benessere Animale; Maurizio Marra, medico veterinario, dirigente ASL competente per il territorio; Patrizia Aversa, fotografa e curatrice della mostra, volontaria del gruppo di soccorso unità cinofile “Le orme di Askan” – sezione di Fasano;  Giovanni Briattannico, volontario del gruppo di soccorso unità cinofile “Le orme di Askan” – sezione di Fasano; Francesca Catucci, educatrice e addestratrice cinofila, tecnico per cani specialmente abili; Yvonne Falcone, volontaria associazione animalista e ambientalista “Amici di Snoopy, oltre la specie” di Mesagne;  Roberta Mellone, educatrice cinofila, operatrice di pet therapy. Stefano Pinto, istruttore cinofilo.

“L’iniziativa tiene insieme due elementi che sono la faccia di una stessa medaglia: ci sono le immagini, che con immediatezza restituiscono esempi quotidiani di amore per i propri cani, e le parole degli “addetti ai lavori”, che raccontano un impegno di civiltà che le istituzioni sono chiamate ad assolvere al fianco di associazioni e cittadini”, commenta il sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli. Il progetto fotografico vede i suoi albori nel 2015 e si concretizza nel 2021, traendo ispirazione dall’osservazione dello sguardo speciale che può unire gli occhi di un cane a quelli del suo padrone: il risultato è un “amuleto” naturale che i Comuni e le associazioni di volontariato possono rendere più potente, accompagnandolo con le parole che le immagini suggeriscono in materia di politiche a tutela degli animali. Soddisfatto il consigliere comunale Vincenzo Carella: “L’incontro con la fotografa Patrizia Aversa crea un’occasione semplice ma efficace, contribuendo a far luce sugli aspetti di una problematica che in estate si complica: l’iniziativa rientra tra gli appuntamenti organizzati per sensibilizzare le persone sul fenomeno dell’abbandono degli animali, ponendo sotto gli occhi di chi guarda il legame tra uomo e animale”. Tra i magnetici frame scorre il filo di un racconto unico, che tiene insieme tante storie di ordinaria umanità, scritte con la complicità che contraddistingue i legami importanti. Come importanti sono le relazioni con i nostri amici a quattro zampe.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 28 agosto, ingresso libero.

BrindisiOggi

Salone nautico di Puglia
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*